JNOTICE

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

Vhf

Stampa PDF

IL Vhf

L'apparato ricetrasmittente Vhf è obbligatorio a bordo delle unità da diporto che navigano oltre le sei miglia dalla costa; può essere di tipo fisso o portatile. Il Vhf può essere utilizzato ai fini del soccorso e della sicurezza in mare o anche per il traffico di corrispondenza, ovvero per effettuare o ricevere, tramite operatore, le tradizionali telefonate in collegamento con la rete terrestre. Per utilizzare un apparecchio Vhf in ogni caso è sempre necessario che questo sia dotato della Licenza d’Esercizio (Rtf) e che chi lo adopera (non necessariamente lo skipper) sia in possesso del Certificato Limitato di Radiotelefonista.


Utilizzo per soccorso e sicurezza in mare

• Apparecchi con certificato di conformità
Per utilizzare un nuovo apparecchio Vhf (fisso o portatile), a bordo di un'unità da diporto, occorre disporre della relativa Licenza di Esercizio Rtf. La nuova legge 172/2003, ha semplificato notevolmente la procedura per la richiesta della licenza, chiarendo che “tutti gli apparti ricetrasmittenti installati a bordo sono esonerati dal collaudo e dalle ispezione ordinarie”. L’esonero, però, vale per gli apparecchi muniti di attestato di conformità alla normativa in vigore. L’attestato è rilasciato con l’apparecchio al momento dell’acquisto. La procedura per ottenere la licenza è la seguente:

- Imbarcazioni: Per gli apparecchi Vhf da utilizzare sulle imbarcazioni, l’istanza della richiesta per il rilascio della Licenza di Esercizio va presentata all’ufficio marittimo di iscrizione dell’unità. Lo stesso ufficio provvede:
- all’assegnazione del nominativo internazionale;
- al rilascio della licenza provvisoria di esercizio;
- alla trasmissione dei documenti all’Ispettorato Regionale del Ministero delle Comunicazioni, per il rilascio della licenza definitiva.
La licenza provvisoria resta valida fino all’arrivo di quella definitiva.

- Natanti: La domanda per il rilascio della licenza di esercizio Rtf va presentata, insieme al certificato di conformità dell’apparecchio, all’Ispettorato Regionale del ministero delle Comunicazioni. L’Ispettorato rilascia un indicativo di chiamata, che rimane valido indipendentemente dall’unità su cui viene utilizzato il Vhf.

• Apparecchi senza certificato di conformità
Per utilizzare a bordo un Vhf privo del certificato di conformità, occorre sempre disporre della Licenza di Esercizio Rtf. La domanda per ottenerla va presentata all’Ispettorato Regionale del Ministero delle Comunicazioni. E’ previsto il collaudo dell’apparecchio a bordo. Con la presentazione della domanda all’Ispettorato Regionale, quindi, deve essere effettuato un versamento (circa 180 euro, ma può variare da zona a zona) per le spese del funzionario che effettuerà a bordo il collaudo dell’apparecchio.
Successivamente al collaudo, l’Autorità marittima locale provvederà ad assegnare all’unità il nominativo internazionale inviando la documentazione all’Ispettorato Territoriale del ministero delle Comunicazioni, il quale provvederà al rilascio della licenza Rtf.

 

Statistiche

Google+1

Cos'è Google+1?